Replika saat Patent
istanbul nakliyat firmaları beylikdüzü evden eve nakliyat sarıyer evden eve nakliyat
porno film izle sex porno izle porno izle porno video
Python un linguaggio "quick&dirty"

Autore Topic: Python un linguaggio "quick&dirty"  (Letto 1563 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline michele.p

  • Administrator
  • Forum Supporter
  • ******
  • Post: 1066
Python un linguaggio "quick&dirty"
« il: Maggio 09, 2017, 06:13:55 pm »
Altro libro che suggerisco (questa volta in "conflitto di interessi"  :grin: , visto che è il linguaggio di programmazione che preferisco) è Imparare Python che potrete scaricare da qui:

http://punto-informatico.it/PILibri/Dettaglio.aspx?id=235


L'autore è uno degli storici Admin del forum ioProgrammo (http://www.ioprogrammo.it/).
Il python è un linguaggio "quick&dirty", letteralmente veloce e sporco, ad indicare che con poche righe di codice si può ottenere molto rispetto ad altri linguaggi di programmazione (ad esempio Java e C++).

Python è multipiattaforma, ovvero un qualsiasi programma, con semplici accorgimenti, è possibile farlo girare indistintamente su Microsoft Windows, su Mac OS X così come su GNU/Linux.

Personalmente quando mi incuriosii a Python iniziai proprio con il libro riportato nel link sopra (nel quale si fa riferimento solo alla versione 2.x del linguaggio) e che divorai in 40 minuti.  :grin:

Ovviamente quanto riportato in quel libro non è sufficiente a coprire tutto il linguaggio. Per questo motivo integrai subito dopo con il testo:

"Programmare in Python - Guida completa": https://www.amazon.it/Programmare-Python-Guida-completa-Marco/dp/8868950243

che trovai allegato a tre numeri della rivista ioProgrammo e di preciso:

Volume 1: http://arretrati.edmaster.it/index.php?sez=&cat=3&prod=4&num=195
Volume 2: http://arretrati.edmaster.it/index.php?sez=&cat=3&prod=4&num=196
Volume 3: http://arretrati.edmaster.it/index.php?sez=&cat=3&prod=4&num=197

Il libro tratta la versione 3 del linguaggio quindi è attuale.
Con il tempo ho poi aggiunto:

"Python fo data analysis": http://shop.oreilly.com/product/0636920023784.do

e quando ho voluto cimentarmi con le interfacce grafiche scelsi - tra le varie possibilità che vedevano, e vedono, PyQT (https://riverbankcomputing.com/software/pyqt/intro), PyGTK (http://www.pygtk.org/) per le GTK2 e PYGObject (https://pygobject.readthedocs.io/en/latest/) per le GTK3, TkInter (http://tkinter.unpythonic.net/wiki/Tkinter) per le GUI Tcl/TK (https://www.tcl.tk/) e wxPython (https://wxpython.org/) - proprio wxPython, motivo per cui acquistai anche:

"wxPython in Action": http://www.hoepli.it/libro/wxpython-in-action/9781932394627.html

Naturalmente gli interessati potranno seguire altri testi in funzione del proprio campo di interesse.   ç##

Offline Morpheus

  • Gold Member
  • *****
  • Post: 2593
  • Forza e Onore, il resto è Aria e Polvere!
Re:Python un linguaggio "quick&dirty"
« Risposta #1 il: Maggio 10, 2017, 09:24:46 am »
Per quanto riguarda il python lato web posso suggerire django come framework, mi  sono trovato  bene e effettivamente come con python con poche righe di codice si può fare molto lavoro
Prima iscrizione Marzo 2006 come JUVE

"Se l'uomo sapesse realmente il valore che ha la donna andrebbe a quattro zampe alla sua ricerca"

Se sei donna, certamente metteresti la virgola dopo la parola "donna".
Se sei uomo, certamente la metteresti dopo la parola "ha".

Offline michele.p

  • Administrator
  • Forum Supporter
  • ******
  • Post: 1066
Re:Python un linguaggio "quick&dirty"
« Risposta #2 il: Maggio 10, 2017, 11:41:22 am »
Per Python vi sono diversi framework. Per coloro che volessero provarli, oltre a Django indicato dall'utente Morpheus, ci sono anche Pyramid e Flask. Qui un iniziale confronto:

https://www.airpair.com/python/posts/django-flask-pyramid

Potrete anche segnalarne altri nei commenti a seguire.
« Ultima modifica: Maggio 10, 2017, 11:48:18 am da michele.p »